Il Media Planner, il grande sconosciuto

di Alessandra Veratti

Andrea Di Fonzo  incomincia la lezione mostrandoci il suo profilo Linkedin. Ricopre la posizione di Chief Digital Officer in GroupM Italy ( http://www.groupm.com/) e esordisce subito spiegandoci di cosa si occupa un centro media. E’ una realtà molto interessante e creativa. Il suo ruolo entra in gioco nel mondo dell’advertising e si occupa di pianificare la pubblicità di un’azienda scegliendo i mezzi più adatti per diffondere il marchio, vendere, aumentare il passaparola (buzz) e colpire il gruppo di potenziali acquirenti. Il lavoro di un centro media parte della ricerca ovvero basa le sue scelte sui consumer insight. E’ essenziale che prima di pianificare la campagna pubblicitaria capisca le caratteristiche del target di riferimento e quali mezzi consuma. E’ un lavoro affascinante che permette di capire come si comporta la gente.

Il centro media lavora su due indici che si chiamano copertura e frequenza. La copertura indica il numero di individui raggiunti dal messaggio almeno una volta nel corso della campagna, la frequenza, invece, il numero di volte che un individuo viene raggiunto dal messaggio. Questi due indici moltiplicati generano le GRP (Gross Rating Point) ovvero la pressione pubblicitaria che equivale al numero di contatti utili. Spesso le campagne pubblicitarie si rivolgono a più soggetti, è un esempio il caso della Fiat 500, pensata per un determinato target giovanile, ma con una campagna pubblicitaria in grado di colpire anche i genitori, ovvero i  reali acquirenti dell’auto nella maggior parte dei casi.

L’ultima parte della lezione si è concentrata sull’analisi dei job title e delle diverse professionalità richieste per lavorare in un centro media. Il mondo del lavoro sta cambiando e stanno nascendo nuove figure. In un centro media convivono professionalità con diversi background, è l’esperienza è la passione per il lavoro che costituiscono il vero plus. Il capo è chiamato Manager Director conosce bene la materia ed è dedito alla gestione dell’organizzazione e delle relazioni verso l’esterno e l’interno. Ci sono dei Roi Analyst che si occupano delle analisi relative ai risultati, un Chief Strategist che guida il reparto che si occupa di pianificare la strategia, un Social Media Strategist e si sta sempre più facendo strada la necessità di un Mobile Strategist. I centri media sono generalmente divisi in unit dove lavorano Media Manager e Client Manager i quali gestiscono un piccolo portafoglio clienti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...