Economia 2.0: la merce più pregiata….le nostre informazioni personali

di Miriam Palazzini

I social network vengono per lo più visiti come luoghi di aggregazione, community e canali per la condivisione di notizie.
Quello su cui raramente si riflette, è il fatto che i social network siano a tutti gli effetti anche dei competitors per le aziende.
Infatti, se in passato le aziende potevano contare sulla disorganizzazione degli utenti e sulla poca informazione riguardo taluni prodotti, ora i compratori grazie alle piattaforme di condivisione, non solo hanno la possibilità di documentarsi e far valere il loro potere d’acquisto ma anche di consigliare o sconsigliare un prodotto.

Dunque i prodotti e servizi forniti dalle aziende subiscono un’attenta analisi sia dal singolo compratore che dalla comunità dei potenziali acquirenti.

I social media hanno portato quindi alla fine del monopolio del valore aggiunto e alla scomparsa del plusvalore sulle merci, infatti parte del know-how custodito dalle aziende è ormai di dominio pubblico.
Le aziende si trovano sempre di più a vendere la loro merce sotto forma di commodity.

Come ovviare a questo problema ?
Durante il seminario tenuto dal professor Maffé abbiamo analizzato il modello di business utilizzato da Google: il mercato multi-laterale, dove ogni esternalità viene reimpiegata per creare nuovo plusvalore.

In un secondo momento abbiamo applicato il concetto di mercato multi-laterale al sistema distributivo delle bevande alcoliche, con l’intento di scardinare la filiera classica e formare un nuovo sistema di scambi che ottimizzasse le esternalità, in maniera da trarre profitti per tutti gli organi.

Model of Distribution networks

Come abbiamo detto è importante indirizzare correttamente le esternalità, che in questo caso si manifestano come le informazioni personali (gusti, frequenza d’acquisto, modalità di consumo) che vengono raccolte nei punti vendita (es. Bar, pub, ecc).

Queste informazioni sono altamente profilate e ci delineano con chiarezza le abitudini degli acquirenti, i dati vengono passati dal punto vendita ai distributori che li possono comunicare ai Brand.

Questi dati sono estremante interessanti per i brand, che potranno capire la modalità d’uso e l’utente tipo che consuma i loro prodotti, in questo modo l’esternalità dell’acquirente si trasforma in plusvalore per il Brand.
Il singolo utente in questo processo potrebbe sentirsi derubato dei suoi dati personali senza avere nulla in cambio, per ovviare a questo problema, i punti vendita gli forniranno promozioni, eventi, sconti, informazioni che siano in linea con i suoi gusti e abitudini. Tutto questo sarà possibile grazie all’analisi dettagliata fatta dai Brand.

I punti vendita che reperiscono i dati, d’altro canto avranno in cambio maggior esposizione mediatica, perché i distributori potranno canalizzare con promozioni ed eventi flussi di utenti sui singoli punti vendita.
I distributori, che sono centro nevralgico di questo sistema, ottengono un vantaggio competitivo, infatti, riescono a fornire plusvalore a tutti gli organi del sistema smistando correttamente le esternalità.

Affinché tutto questo sia possibile, è necessario utilizzare delle piattaforme social di condivisione dati, in cui l’utente può loggarsi e quindi venire profilato.

L’utente è colui che crea con le sue informazioni e dati plusvalore spendibile dagli altri organi, è importante quindi che non si senta solamente utilizzato o monitorato dalla piattaforma social, ma seguito premiato ed apprezzato.

ThinkLA Best Use Of Social Media from Royale on Vimeo.

La corretta gestione e distribuzione delle informazioni crea plusvalore, che a sua volta crea lavoro e possibilità di instaurare reali connessioni con il consumatore innestando in lui un  nuovo rapporto di loyalty.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...