Vuoi aprire una startup? Usa Google AdWords

di Giovanni Zaupa

Diciamo la verità. Il mondo si divide in tre tipi di persone: chi adora Google, chi è indifferente e chi lo paragona al Grande Fratello di orwelliana memoria. Spesso le ultime due tipologie non riescono a percepire le reali potenzialità di questo mezzo. Ma cos’è esattamente Google? Un motore di ricerca? Non solo. Una realtà trasversale che riunisce online ed offline? Anche. Produttrice di hardware e software? Senza dubbio. Ma prima di tutto, Google è diventata, con l’arrivo di Google Adwords, una concessionaria di spazi pubblicitari. Ma è corretto ridurre una delle più grandi invenzioni degli ultimi anni ad una semplice “fonte di profitto”?  Si possono utilizzare le tecniche di Search Engine Marketing, di cui Adwords è il primo strumento di riferimento, anche per altri scopi?

Ecco 5 usi non convenzionali  che cambieranno il modo in cui guardate a questo tool:

1. Sostituire Adwords al SEO
Considerando i continui aggiornamenti di algoritmo da parte di Big G e le conseguenti difficoltà nel mantenere una posizione nel ranking, possiamo ipotizzare che per alcune parole chiave o alcune query specifiche una campagna Adwords riesca a  garantire un rapporto qualità/prezzo migliore rispetto ad eventuali tecniche di Search Engine Optimization.
Per valutare una possibilità di questo tipo sarà sufficiente accedere a Google Trends ed analizzare il volume di impressioni generate dalle parole chiave selezionate: più importante sarà questo dato, più conveniente sarà investire in Adwords.

2. Testare una business idea
Le startup stanno rivoluzionando l’economia. Ma come si può valutare la bontà di un’ idea senza essere troppo avventati? Difficilmente degli startupper in erba potranno permettersi ricerche di mercato approfondite ed enormemente costose. La soluzione ce la offre Adwords: una campagna impostata con un investimento di pochi euro (quando si inizia è possibile usufruire di coupon gratuiti) appoggiata ad una semplice landing page, può consentire di dipanare alcuni dubbi. In questo caso l’investimento più importante sarà il vostro tempo, ma si tratterà ad ogni modo di poche ore. Analizzando i dati di Analytics in combinazione con quelli di Adwords si possono ottenere informazioni importanti sui volumi di ricerca e sulle possibili conversioni ottenibili. Per un approfondimento cliccate qui.  Siete pronti a diventare milionari?

foto articolo GZ_ 2

3. Testare un messaggio pubblicitario
Impostare una campagna su Google Adwords richiede una quantità di tempo infinitamente inferiore rispetto a quelle realizzate sui media tradizionali (stampa, tv o radio). Qualsiasi azienda, prima di realizzare una campagna, potrebbe provare a testare il proprio messaggio su Adwords e monitorare il CTR dei messaggi che convertono meglio. Questa opportunità, congiuntamente al basso investimento richiesto, conferma Adwords come un ambiente di test ottimale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...